Digital divide

divideCon il termine digital divide (divario digitale) si intende il divario esistente tra chi può accedere alle nuove tecnologie,  quali internet, personal computer e comunque una accesso a dati ed informazioni remote e chi no. Questo divario dipende da tanti fattori, primo fra tutti le condizioni economiche, il grado di istruzione e soprattutto l’assenza di infrastrutture adatte a tale scopo ed in grado di fornire gli strumenti e le condizioni per potersi conettere.

Tale termine è stato usato, per la prima volta, dall’amministrazione Clinton – Gore per indicare la non omogenea fruizione dei servizi telematici tra la popolazione americana. Ma oggi, si fa riferimento al digital divide come un problema mondiale, indicando, quindi, tutte quelle persone che non possono accedere alle nuove tecnologie e non hanno modo di usufruire alla pari della comunicazione e di tutti i servizi annessi alla comunicazione tramite dispositivi digitali.

Oggi sono in atto numerose campagne per il superamento del digital divide, ad esempio il riutilizzo dell’hardware, l’uso di software libero, le nuove tecnologie che permettono di accedere alla rete internet in tempi brevi e a costi bassi, quali il wi-fi.

Il Governo italiano, già da qualche anno finanzia lo sviluppo di reti e tecnologie digitali considerando la transizione verso la società dell’informazione come priorità strategica, partendo dal presupposto che le tendenze allo sviluppo e all’adozione delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione sono largamente spontanee e decentrate.
Tra il 1997-2000 è stato attivato il programma di sviluppo delle tecnologie didattiche che interessava tutte le scuole italiane e che aveva l’obiettivo di promuovere fra gli studenti la padronanza della multimedialità, di accrescere l’efficacia dei processi di insegnamento-apprendimento e la stessa organizzazione della didattica e, infine, di migliorare la professionalità degli insegnanti.

donnalucataAttualmente esistono diverse tecnologie che permettono l'accesso alla rete internet e la Sicula System con l'obbiettivo di diminuire il digital divide nel territorio di appartenenza utilizza le tecnologie via radio ad alta frequenza con standard qualitativi superiori a quelli imposti dalla comunità europea e puntando così, con l'adozione di questi sistemi a raggiungere le zone più remote del territorio, soprattuto considerando la particolare conformazione geografica della regione Sicilia ed in particolare di quella della val di Noto con i suoi innumerevoli promontori.

La situazione del territorio per altro è particolarmente complessa in quanto la popolazione non è concentrata in nuclei abitativi, paesi e città ma sparsa in periferia, in piccoli sobborghi e talvolta isolata in lontanissime porzioni di territorio, lontane dai paesi.

Questa concomitanza di fattori rendono difficile il superamento delle barriere digitali via cavo, proprio a causa dell'estenzione e dei problemi strutturali di tale tecnologia. Ecco che la scelta è ricaduta sulla trasmissione via radio, l'unica attualmente in grado di percorrere parecchi kilometri senza perdere qualità e superando via aerea tutti gli ostacoli che si presenterebbero via terra.

Dall'inizio dell'attività ad ora diverse tecnologie si sono evolute ed altrettante ne sono nate utilizzando sistemi di trasmissione sempre più efficienti e con risultati e caratteristiche crescendo, migliorando il grado di soddisfazione degli utilizzatori e di tutto il territorio.

Questo per la Sicula System significa crescere con e per il territorio superando tutte le sfide e con la forza e la volotà di vivere in una terra amata che nulla ha da invidiare dal resto del mondo, al passo con i tempi e che anzi divenza motivo di stima e di ammirazione.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo